RICCIO

GIAMPAOLO OSELE – 2014

Giampaolo Osele gioca con la natura, la ritrova e la ricompone con delicata essenzialità. Spunta così da un grosso tronco il musetto curioso di un riccio. Sbucato da una delle tante tane nascoste nella pineta, il simpatico animaletto si ferma lungo il percorso per raccontare a chi lo attraversa le attività segrete dei suoi compagni, che lo raggiungono solo quando arriva la sera per partire alla caccia di molti insetti nocivi alle colture dell’uomo, e perfino di topi e vipere. Modellato in maniera stilizzata con il larice, il nocciolo e il maggiociondolo, il timido, mansueto e utile animale, ci presenta quel lato semplice, ingenuo, fresco e disinvolto della natura che è energia generatrice, risorsa e ispirazione.